Comunicato stampa n.756 (32-2018)

Sono 35 i soggetti che hanno inviato le domande di adesione al Progetto Conciliazione Vita-Lavoro, promosso dalla Regione Emilia-Romagna per la gestione di 45 Centri estivi sul territorio dell’Unione delle Terre d’Argine (28 a Carpi, 8 a Soliera, 5 a Novi di Modena e 4 a Campogalliano).
Si tratta di Associazioni e Società Sportive, Associazioni di Promozione Sociale, Associazioni Culturali, Parrocchie, Società specializzate in servizi educativi, Agriturismi, Circoli, dislocati nei quattro Comuni dell’Unione che saranno inseriti nell’elenco dei soggetti accreditati al progetto dalla Regione.
Le famiglie in possesso dei requisiti regionali previsti dal bando (tra cui l’Isee fino a 28.000 euro) che vorranno iscrivere i loro figli di età compresa dai 3 ai 13 anni (nati cioè dal 2005 al 2015) presso i Centri estivi dell’elenco potranno presentare agli Uffici del Settore Servizi Educativi e Scolastici dei quattro comuni dell’Unione la domanda di contributo sul costo di iscrizione, che potrà arrivare sino a 70 euro a settimana per bambino/a (per un massimo di tre settimane) e quindi fino a 210 euro totali.
Le famiglie potranno inoltrare la domanda di contributo a partire dal 3 e fino al 26 maggio, direttamente on-line dal sito dell’Unione delle Terre d’Argine (www.terredargine.it) o utilizzando i moduli disponibili sia sul sito che presso gli Uffici scuola territoriali dei quattro comuni che fanno parte dell’ente associato e che, inoltre, sono a disposizione per ogni ulteriore informazione.
Sul sito sono inoltre indicati tutti i requisiti fissati dalla Regione, sia per i soggetti gestori sia per le famiglie, e tutte le regole e modalità per l’ottenimento del rimborso.

Progetto per la conciliazione vita-lavoro: sostegno alle famiglie per la frequenza di centri estivi: informazioni e modalità di richiesta