POR Fesr - Asse 4 - Sostegno alla qualificazione delle attività di servizio a supporto della fruibilità del patrimonio culturale ed ambientale. Asse 4 Valorizzazione e qualificazione del patrimonio ambientale e culturale. Attività 4.2.1

Con delibera di Giunta regionale n. 445 del 6 aprile 2009 è stato approvato il bando a favore delle piccole imprese in attuazione dell'attività che prevede interventi per lo sviluppo e le qualificazione delle attività a supporto della fruibilità del patrimonio culturale ed ambientale.

L'attività prevede l'incentivazione di interventi rivolti ad imprese, singole o associate, operanti nei settori del commercio, dei servizi e del turismo strettamente connessi agli interventi di sviluppo realizzati da soggetti pubblici e selezionati in base alla attività di finanziamento prevista dall'azione 4.1.1 dello stesso programma POR Fesr 2007-2013.

Gli interventi dovranno essere realizzati nelle aree indicate nei programmi di valorizzazione territoriale provinciale (PVPT) o in alternativa dovrà essere comprovata una stretta connessione con le linee strategiche indicate negli stessi programmi. Il grado di coerenza con i PVPT è altresì uno degli elementi di valutazione più importanti per determinare la graduatoria dei progetti. E' indispensabile quindi che prima della presentazione della domanda si verifichino i contenuti del PVPT della Provincia ove si intende realizzare l'intervento, documento disponibile sui siti provinciali il cui link è disponibile alla presente pagina.

Tra gli interventi ammessi dal bando, realizzazione, recupero, trasformazione, ristrutturazione, ampliamento, riqualificazione, ammodernamento ed introduzione di innovazioni connesse con l'attività svolta; l'attivazione o riqualificazione di esercizi polifunzionali (ai sensi dell'art. 9 della L.R. 14/99); l'introduzione e lo sviluppo di servizi on line e del commercio elettronico.

L'agevolazione consiste in un contributo in conto capitale dal 30% al 50% della spesa ammessa (per un importo massimo di 200mila euro) concesso secondo la regola "de minimis". Il costo complessivo dell'intervento non può essere inferiore a 30mila euro.

La domanda dovrà essere presentata entro il 20 luglio 2009 alla Provincia in cui si realizza l'intervento agli indirizzi indicati all'allegato F, esclusivamente con raccomandata A/R. Sulla busta dovrà essere apposta la dicitura “Domanda ai sensi dell’Attività4.2.1. POR-FESR 2007-2013”.

Informiamo che l'elenco dei beneficiari sarà pubblicato sul sito http://fesr.regione.emilia-romagna.it/ così come previsto dall'art. 5 del regolamento (CE) n. 1828/2006.